il primo festival europeo dedicato alla creatività

Programma 2016

Evento n.2 diretta video

venerdì 2 settembre 2016, ore 19.00

Auditorium I.I.S. Parentucelli-Arzelà4 - euro 3.50
Trova il punto sulla mappa

Ranieri Polese, Jonathan Safran Foer

Quel luogo chiamato “casa”

Che cosa oggi possiamo chiamare “casa”? Nel mondo globalizzato che ha abbattuto confini e distanze, dov’è il posto in cui riconosciamo le nostre radici, a cui sentiamo di appartenere? Una domanda a cui è difficile trovare una risposta anche perché le relazioni elementari, la famiglia con i suoi ruoli fino a ieri fortemente definiti (padre, madre, figli), oggi non reggono più. Interrogativi che diventano drammatici per uno scrittore della diaspora ebraica che racconta con ironia la fine della stabilità dei vecchi rapporti con la famiglia e con Israele. Partendo da queste premesse, Jonathan Safran Foer e Ranieri Polese converseranno di temi importanti come la paternità, l’identità ebraica, il rapporto con Israele, gli affetti, la memoria.

 

X

Ranieri Polese
Ranieri Polese è nato nel 1946 a Pisa; ha studiato filosofia e, dalla fine degli anni Settanta, è membro del sindacato Critici cinematografici. Ha scritto per le pagine culturali di diversi giornali (La Nazione, L’Europeo). Nel 1995 ha pubblicato per Rizzoli Il film della mia vita. Dal 2006 ha curato l’Almanacco Guanda. È stato caporedattore cultura e inviato del Corriere della Sera, a cui ancora collabora.
Portrait of Jonathan Safran Foer 2013
Copyright obbligatorio ©Heike STEINWEG/Opale/Leemage - FOTO LIBERA DA DIRITTI PER LA PROMOZIONE DELLÕOPERA DELLÕAUTORE NELLA STAMPA SCRITTA E DIGITALE (SOLO EDITORIALE, NON PUBBLICITË) - ESTENSIONE DELLA LICENZA PER 3 ANNI : DAL 1/7/2016 AL 30/6/2019 / SENZA ESCLUSIVA / ITALY ONLY - UNICAMENTE PER LA CASA EDITRICE GUANDA Per qualsiasi altro uso, contattare lÕagenzia
Jonathan Safran Foer è nato a Washington nel 1977 e vive a New York. Ha esordito a 25 anni con il bestseller Ogni cosa è illuminata, e ha poi proseguito il successo con il secondo romanzo, Molto forte, incredibilmente vicino (2005). I suoi libri sono pubblicati in Italia da Guanda, che ha in catalogo anche il saggio Se niente importa. Perché mangiamo gli animali. A fine agosto esce il suo terzo romanzo, Eccomi.
Tutti glieventi2016


   

Apertura festival

venerdì 2 settembre 2016, ore 17.30

Alessio Cavarra Sindaco del Comune di Sarzana
Ilaria Cavo Assessore alla Comunicazione e alla Cultura della Regione Liguria
Matteo Melley Presidente della Fondazione Carispezia
Gustavo Pietropolli Charmet Direzione scientifica del Festival della Mente
Benedetta Marietti Direzione artistica del Festival della Mente

Evento n.6

venerdì 2 settembre 2016, ore 23.15

Alessandro Barbero

Lo spazio della guerra. La prima guerra d’indipendenza

Evento n.7

sabato 3 settembre 2016, ore 10.00

Alberto Mantovani

Immunità e cervello: dialogo tra due massimi sistemi. Dalla memoria ai vaccini

Evento n.10

sabato 3 settembre 2016, ore 11.30

Ramak Fazel, Giorgio Vasta, Michele Lupi

Nei deserti americani: viaggio nell’immaginario del XX secolo

Evento n.14

sabato 3 settembre 2016, ore 15.00

Claudio Bartocci, Chiara Valerio

Altre mappe, altri mondi. Rappresentazioni dello spazio

Evento n.16

sabato 3 settembre 2016, ore 16.45

Giovanni Fabrizio Bignami

Dalle stelle alla vita: una, cento, mille Terre

Evento n.17

sabato 3 settembre 2016, ore 17.00

Cino Zucchi, Aldo Colonetti

Lo spazio architettonico fra passato, presente e futuro

Evento n.18

sabato 3 settembre 2016, ore 18.00

Chiara Saraceno

Famiglie confinate e famiglie senza confini

Evento n.19

sabato 3 settembre 2016, ore 18.30

Massimiano Bucchi

Le migliori idee della nostra vita. Spazio all’innovazione (quella vera)

Evento n.23

sabato 3 settembre 2016, ore 23.15

Alessandro Barbero

Lo spazio della guerra. La seconda guerra d’indipendenza

Evento n.28

domenica 4 settembre 2016, ore 12.15

Gianpiero Dalla Zuanna

C’è spazio per tutti? Il futuro delle migrazioni europee

Evento n.29

domenica 4 settembre 2016, ore 12.15

Anna Ottani Cavina

Quando i pittori uscirono dall’atelier per dipingere nella natura

Evento n.30

domenica 4 settembre 2016, ore 15.00

Bruno Arpaia, Alessandro Zaccuri

La memoria dello spazio. Le macerie del clima e la pattumiera di casa

Evento n.32

domenica 4 settembre 2016, ore 15.30

Marco Belpoliti

La poetica dello spazio. Parole e disegni sul luogo in cui viviamo

Evento n.34

domenica 4 settembre 2016, ore 17.30

Giacomo Rizzolatti, Antonio Gnoli

Neuroni specchio: anatomia di una scoperta rivoluzionaria

Evento n.38

domenica 4 settembre 2016, ore 21.15

Paolo Rumiz, Alessandro Scillitani

La voce della strada. Parole, suoni e immagini raccolti lungo la via Appia

Evento n.39

domenica 4 settembre 2016, ore 23.15

Alessandro Barbero

Lo spazio della guerra. La terza guerra d’indipendenza

X Scarica l'intervento