il primo festival europeo dedicato alla creatività e alla nascita delle idee

Protagonisti

Vito Acconci

Vito Acconci «L’architettura è l’arte della vita quotidiana» dice Vito Acconci «ognuno di noi ha una consapevolezza architettonica, pur inconscia, e anche se la si conosce bene perché se ne è oppressi, essa rimane tuttavia un’arte che si apprende attraverso il vivere quotidiano». È nato e vive a New York, ha un background di poesia e arte (performance, film/video, installazioni). Nel 1988 ha fondato l’Acconci Studio, un gruppo di designer e di architetti la cui metodologia consiste nel creare un nuovo spazio intervenendo su uno preesistente, rovesciandolo, capovolgendolo, e anche nell’inserire all’interno di un luogo una capsula che cresca spontaneamente e si diffonda fino a trasformarsi in un paesaggio. Per loro l’architettura è un’occasione e un pretesto per l’azione e l’attività; il loro obiettivo è rendere gli spazi fluidi, mutevoli, trasportabili. Hanno realizzato progetti in tutto il mondo; in Italia stanno lavorando sulla facciata di un edificio a Milano.

2006

L’architettura nella mente di una moltitudine

Ascolta l'intervento
X
X Scarica l'intervento