il primo festival europeo dedicato alla creatività e alla nascita delle idee

Programma 2013

Evento n.11

Carlo Freccero

La televisione ha ucciso la creatività e la cultura?

In una società come la nostra in cui il consumo e la produzione sono gli unici valori riconosciuti, non c’è più spazio né attenzione per il capitale culturale. Ma un nuovo modello lo sostituisce: il capitale intellettuale. Nell’era dell’immateriale si riconosce sempre di più la matrice della ricchezza nella creatività. Le neuroscienze dimostrano che l’intelligenza non ha un’unica dimensione, ma – secondo gli studi di Howard Gardner – una molteplicità di forme: linguistica, musicale, spaziale, logico-matematica, interpersonale, naturalistica, corporeo-cinestetica. La televisione sta uccidendo la creatività e la cultura? Non è così facile rispondere: ogni medium non si limita ad accrescere o diminuire l’intelligenza, ma crea, al contrario, un’intelligenza nuova, un nuovo modo di vedere, di sentire, di rappresentare lo spazio.

X

Carlo Freccero

nato a Savona nel 1947, è stato responsabile del palinsesto televisivo in Fininvest e ha diretto Rai 2 dal 1996 al 2002. Grande esperto di comunicazione e media, è attualmente direttore di Rai 4. Nel corso della sua esperienza professionale ha attraversato tutte le fasi della televisione: dalla televisione commerciale, con Canale 5, Rete 4, La Cinq e Italia 1, al servizio pubblico, con France 2, France 3 e Rai 2, alla tv satellitare, con Rai Sat, per approdare infine alla tv digitale. Insegna Linguaggio televisivo e comunicazione presso l’Università di Roma Tre e di Genova; è autore di numerosi interventi su riviste specializzate, come Link, e del volume Televisione (Bollati Boringhieri, 2013), in cui parla della trasformazione da una televisione di classe, specchio di un’élite del paese, a una televisione sempre più attenta alla moltitudine, mostrando le profonde ricadute che tale mutamento ha avuto sulla realtà italiana. 

Tutti glieventi2013


   

Evento n.1

Guido Rossi

La responsabilità delle idee nel bene e nel male

EVENTO N.2

Paolo Giordano

Attraversare la linea d’ombra

Evento n.3

Alessandra Lemma

Il corpo come una tela. Raffigurare o sfigurare il corpo

Evento n.4

Piergiorgio Odifreddi

Cosa cambierà il nostro futuro. L’uomo artificiale

Evento n.5

Sandro Lombardi

Dalla parte di Swann

Evento n.6

Ramin Bahrami

Viaggio in Italia. Grand Tour musicale con Bach e Scarlatti

Evento n.7

Alessandro Barbero

Medioevo da non credere. La paura dell’anno Mille

Evento n.8

Cristina Baldacci, Andrea Pinotti

L’archivio nell’arte: nuovo genere contemporaneo?

Evento n.10

Massimo Cirri, Jonathan Coe

Sense of humour: uno stile di vita

Evento n.11

Carlo Freccero

La televisione ha ucciso la creatività e la cultura?

Evento n.12

Nicla Vassallo

La donna è un’invenzione

Evento n.13

Massimo Montanari

Parlare di cibo al tempo della crisi

Evento n.14

Chandra Livia Candiani

Apprendisti della luna nella stanza della meditazione

Evento n.15

Emanuele Trevi

Dall’altra parte delle cose, il viaggio iniziatico

Evento n.16

Adolfo Ceretti, Massimo Cirri

Nuove paure, vecchie paure

Evento n.17

Bernard-Henri Lévy

Tra arte e filosofia: a proposito delle avventure della verità

Evento n.18

Stefano Bartezzaghi, Massimo Recalcati

Eredi o creativi? L’arte al tempo delle generazioni sperdute

Evento n.19

Gabriella Caramore

La conoscenza imperfetta

EVENTO N.20

Gianvito Martino

Cosa cambierà il nostro futuro. La difesa del cervello

Evento n.21

Ilvo Diamanti

Il futuro? È passato

Evento n.23

Alessandro Barbero

Medioevo da non credere. Lo ius primae noctis

Evento n.24

Luca Barcellona

Calligrafia: la creatività nella scrittura

Evento n.26

Silvio Garattini

Invecchiamento cerebrale: un’epidemia del terzo millennio

Evento n.27

Ulrich Beck

Ma perché l’Europa?

Evento n.28

Lella Costa

Di cosa parliamo quando parliamo di ironia

Evento n.29

Tim Parks

In conversazione con la creatività letteraria

Evento n.31

Laura Boella

Empatia e compassione: risorse per un mondo a rischio?

Evento n.32

Francesca Alfano Miglietti, Antonio Marras

Nulla dies sine linea. Nessun giorno senza prendere la matita in mano

Evento n.33

Umberto Curi

A proposito della bellezza

Evento n.34

Enzo Bianchi, Massimo Cacciari

La creatività dell’amore

Evento n.35

Edoardo Boncinelli

Cosa cambierà il nostro futuro. Il cervello segreto

Evento n.36

Virgilio Sieni

Di fronte agli occhi degli altri

Evento n.37

Alessandro Bergonzoni

No al geniocidio! (Dall’estro al creame)

Evento n.38

Alessandro Barbero

Medioevo da non credere. La terra piatta

X Scarica l'intervento